Stefano Bertani Personal Casa Blog

Le contraddizioni regnano sovrane quando si parla di Ozono_

Stop Covid-19

Da diverso tempo si trovano sul web diversi testi che promuovono l'utilizzo dell'ozono per sanificare gli ambienti di lavoro. Tenendo conto che non ho nessuna competenza scientifica in materia, come osservatore delle dinamiche della comunicazione e soprattutto del web mi sono preoccupato di verificare se tali procedure sono "previste" dagli organi competenti per contrastare l'epidemia da Covid-19.

Una rapida ricerca, che potrebbe svolgere un qualsiasi cittadino, mi ha portato a convincermi che in effetti non lo sono e a rilevare al contrario le tante contraddizioni, parlando sempre di comunicazione, su questo specifico argomento che meriterebbe invece una trattazione su basi certe.

In attesa di eventuali nuove indicazioni che potrebbero arrivare per la cosiddetta "fase 2", ad oggi, al momento della stesura di questo commento, leggendo i vari dispositivi "governativi" le procedure previste sono quelle presentate dal Ministero della salute con la famigerata circolare n.5443 del 22 febbraio 2020. 

Le "recenti" FAQ il Ministero della Salute riportano oltretutto in modo esplicito che: "Non ci sono attualmente evidenze che l’ozono svolga una funzione sterilizzante nei confronti del nuovo coronavirus e che conseguentemente metta al riparo dal contrarre l’infezione".

http://www.salute.gov.it/portale/malattieInfettive/dettaglioNotizieMalattieInfettive.jsp?lingua=italiano&id=4692

Ma perché allora viene proposto l'ozono come possibile soluzione? Non entro ovviamente sulla questione "funziona o non funziona": non è questo il mio intento.

Fino all'uscita di nuove disposizioni da parte delle autorità competenti, per una maggiore tutela dei datori di lavoro, dei lavoratori e del pubblico, emerge evidente la necessità di applicare innanzitutto quanto indicato dalle circolari ministeriali. Questo da cittadino mi viene da pensare leggendo la documentazione disponibile in rete.

Anche per poter sostenere, nel caso, un giorno, in caso di "contestazioni": "lo ha scritto il Ministero di fare cosi".

Sul mio blog Ufficiomarketing.it è possibile trovare un approfondimento e i principali link consultati per la ricerca.

Pubblicato in prima revisione il 17-05-2020
Tutti i diritti sono riservati.