Stefano Bertani Personal Casa Blog

E' cosi facile vendere online tramite un social network?_

Pesce grande mangia pesce piccolo

Recentemente è stata annunciata una nuova funzionalità di Facebook finalizzata ad agevolare le vendite online: "una grande opportunità" hanno dichiarato gli esperti di "social media marketing". Ma per le imprese è realmente interessante?

Se per qualcuna sbarcare sui social "per fare business" può essere effettivamente una mossa obbligata, per la stragrande maggioranza delle aziende oggi è ancora un magra illusione. Certo, rimane un'ottima vetrina per le attività di marketing di tipo "bidirezionale", ma vendere è qualcosa di più complesso rispetto a pubblicare dei semplici post. Infatti entrano in gioco fattori e dinamiche non proprio trascurabili che possono condizionare in modo più o meno decisivo l'esito dell'iniziativa. Il solo utilizzo di un'applicazione non basta.

Oggi sul web "comandano" le grandi piattaforme di shopping che, come un grande centro commerciale digitale, offrono un'ampia gamma di prodotti a condizioni incredibilmente appetibili per il pubblico. Obbligatorio per spostare l'attenzione dall'esercizio fisico a quello digitale.

Per competere con loro, i nuovi "imprenditori digitali" sono costretti ad eguagliare le piattaforme raggruppando un numero incedibile di operatori capaci di riempire i propri "scaffali". E chi può avere una forza tale da farlo in poco tempo? I social network.

Scatta pertanto la ricerca di queste imprese desiderose di diventare i nuovi Amazon del web illudendole di fare parte di una grande circolo ricco di opportunità. Ma c'è un problema: se prima ero leader del mio mercato locale, ora sul web sono uno dei tanti, e tra questi "tanti" ci sono aziende di pari categoria ma anche aziende molto più strutturate e organizzate.  

Che vince? Se non ho nulla di esclusivo, vince chi offre il prodotto "migliore" al minor prezzo.

Il castello incantato crolla perché non tutti hanno la forza di competere con un'offerta solida oltretutto proposta al ribasso: troppe aziende sul web vendono gli stessi prodotti.

Se non siamo pronti, meglio fare scelte diverse puntando su altri obiettivi. Per esempio dedicandoci al nostro mercato di prossimità, magari offrendo un valore aggiunto, lavorando sulle relazioni, diversificando e, perché no, proponendo qualche servizio personalizzato, coltivando cosi un orticello che quantomeno rimane nostro e quindi controllabile. Usando il web per farci conoscere o per offrire servizi aggiuntivi.

Alternativamente dovremo cambiare completamente registro e riorganizzare la nostra organizzazione, passando attraverso un cambio di mentalità imprenditoriale, finalizzandola e ottimizzandola per affrontare i mercati digitali.

Perché sui social, quando cominciamo ad avere successo, i pesci grandi che ci stanno "monitorando" non staranno certamente a batterci le mani: mordono.

Sul mio blog professionale Ufficiomarketing.it ho pubblicato il testo completo. Vi aspetto.

Pubblicato in prima revisione il 21-05-2020
Tutti i diritti sono riservati.