Cercare nuove strade nei momenti di crisi è segno di intelligenza e competenza

Ho sempre pensato come, nei momenti di crisi, saper prendere decisioni sia la cosa più importante. Purtroppo, però, ho visto troppo spesso imprenditori e manager sbagliare approccio, prendendo decisioni che hanno aggravato lo stato di difficoltà. Sentendoli poi addebitare la responsabilità ad eventi esterni avversi, tagliando anche risorse a destra e a manca, e cercando un capro espiatorio in altri della siffatta situazione di crisi.

Che dire. Nei momenti di crisi è fondamentale cercare soluzioni alternative, cambiare punto di osservazione, pensare in modo differente rispetto a quanto sempre fatto. Nei momenti di crisi diventa invece importante investire nella formazione, nella ricerca, imparare nuovi strumenti e studiare modalità lavorative differenti, per essere causa del futuro e non subire gli eventi.

Cambiare abitudini, metodologie e attività lavorative costa però fatica. Cambiare vuol dire uscire dalla nostra confort zone, significa nuovamente rimetterci in gioco e rimettere in gioco le nostre certezze, sempre se così si possono ancora chiamare. Imparare qualcosa di nuovo è un ulteriore lavoro e richiede forza e determinazione: non tutti sono però disposti a farlo.

La verità è che siamo diventati degli operatori "super specializzati”: conosciamo benissimo il nostro lavoro che eseguiamo da anni sempre nello stesso identico modo. Non sappiamo più cambiare, non sappiamo rischiare, non abbiamo idee e nemmeno l'idea di come si possa gestire il cambiamento.

Gli imprenditori e i manager illuminati sono quelli capaci di mettere in sicurezza l'impresa per dedicarsi anima e corpo nella ricerca costante di strade alternative e nuove opportunità. Quelle opportunità che ti fanno crescere, ed uscire nel caso dai momenti di crisi.

Una famosa azienda recitava il noto slogan: “Think different". Sono diversi i casi di aziende che sono riuscite a guardare oltre, uscendo dalla loro profonda situazione di crisi. Due su tutte la Apple (ma forse si era già capito) e la Lego. Vi invito a leggere la loro storia.

Pubblicato in prima revisione il 22-11-2022
Tutti i diritti sono riservati.